Mi chiamo Stefania, ho 51 anni e porto maglie attillate :-)

“Loro avrebbero curato il mio corpo e io ? Io avrei potuto dedicarmi solo alla mia mente, se non curi quella il tuo corpo non rinasce da un’esperienza come questa quindi fondamentale è avere dei medici nei quali si ha PIENA FIDUCIA”
Mi chiamo Stefania, ho 51 anni e porto maglie attillate :-) Perche'?  Perche’ dopo  il mio intervento di mastectomia e’ stato un  mio  personale modo  di evitare pensieri strani  o curiosità altrui.

Dopo una mastectomia avra’ ancora il seno oppure no? La maglia attillata mostra una  mia seconda abbondante e il mio sorriso dice si, ho ancora il seno nonostante una mastectomia e grazie al Dott. Giroda e al Dott. Campagna.

Era Luglio di 4 anni e mezzo fa’ e stavo  pensando alla mia prossima vacanza in India e poi una telefonata , la mammografia di routine prevista a settembre anticipata. Una paziente l’aveva cancellata.  Terminata la mammografia mi e’ stato consegnato l’esito con l’invito dell’ecografo a presentarmi la mattina successiva all’unità senologica del Policlinico . L’invito era stato deciso e risoluto da parte dell’ecografo che ancora ringrazio.

Ricordo ancora quella sera, perchè non volevo capire , pensi sempre che le cose succedano agli altri a ciò che leggi sui giornali , al racconto di un’amica  ma non pensi mai che possano succedere a te . Il giorno successivo  al Policlinico ho conosciuto il Dott. Giroda  e il mercoledi successivo ho conosciuto la paura di affrontare  una biopisa e poi la telefonata in cui mi si chiedeva di venire accompagnata. Massimo , mio marito, uomo  attendo veloce di testa, aveva capito e aveva insistito per accompagnarmi, cosa che generalmente non fa’ ma non per disinteresse.

Piangevo seduta nel corridoio, nulla aveva più valore ero  spaventata dopo che mi era stato comunicato il referto della biopsia  dal dott Giroda che vedendomi così  disperata  nel corridoio  si  era avvicinato e mi aveva  detto: lo so’ che non sara’ piacevole una mastectomia  ma questo le consentirà di non  avere problemi  seri.
In privato magari un giorno dirò al Dottor Giroda cosa avrei voluto rispondergli in quel momento perchè accecata dalla disperazione più profonda quella dalla quale pensi di non poterne uscire.

Comunque quel medico un po’ introverso  , ma dagli occhi sicuri e dai modi decisi in quel corridoio aveva fatto scattare in me quel tipo di fiducia nella quale ti abbandoni e che ti consente di affrontare un percorso come quello di una mastectomia. L’affascinante  Dott. Giroda e l’elegante  il Dottor Campagna  che ho conosciuto subito dopo , avrebbero curato il mio corpo come hanno fatto .  No internet, no autodiagnosi, dubbi e domande si fanno a loro perchè ogni caso è a se. Loro avrebbero curato il mio corpo e io ? Io avrei potuto dedicarmi solo alla mia mente, se non curi quella  il tuo corpo non rinasce da un’esperienza come questa quindi fondamentale è avere dei medici nei quali si ha PIENA FIDUCIA.

Non ci diamo del tu , ma grazie Massimo e grazie Franco  voi  siete parte di me come di tante donne che vi ringraziano per la disponibilità , i modi  e le attenzioni che ci riservate. Nonostante siete dei grandi professionisti riuscite a parlare con noi pazienti in modo  “umano”  e “domestico” comprendendo  quasi in maniera anomala alle volte i nostri problemi  di donne , dico anomala perché siete due uomini Cari Signori  e lo dico con tanto affetto  dimostrando che uomini e donne si completano.

A tutte coloro che stanno vivendo esperienze simile dico  abbiate fede in loro e trovate forza e coraggio in voi stesse. Alimentate questa forza  ogni giorno perché il percorso è lungo ma ogni traguardo sarà una sfida che avete vinto . Vestitevi sempre con uno splendido  sorriso, io sono una donna che ama la moda e questo sta proprio bene con tutto,   anche se magari dentro vorreste piangere  sforzatevi  sempre di essere positive.

Con un sorriso vi  saluto e spero che queste mie parole abbiano scaldato il cuore a qualcuno e se fosse anche ad una sola persona ne sarei onorata.